Cara Sofia,

in questi anni il Premio Sofia Amendolea a te dedicato è andato sempre a qualcuno che ci ha emozionato, che ci ha fatto piangere dalla commozione, che ci ha dato sulla scena quella carica, quella forza che pretendevi tu. Anche Tommaso, il nostro scultore, sembra conoscerti da tempo e nella creazione del Premio ogni anno sembra guidato dalle tue indicazioni e dai tuoi insegnamenti; quando arriva il giorno delle premiazioni del Festival, vedendo la sua scultura a te dedicata, il coro è unanime : “ è giusto, perfetto per il Premio Sofia Amendolea……

Ma non possiamo dimenticare quella calda giornata di Agosto del 2002, quando hai deciso di passare a miglior vita, quando hai deciso di lasciare alle nostre lacrime il compito di addolcire la tua assenza per sempre. Hai dedicato quasi 40 anni al Teatro come attrice e regista al fianco dei più importanti e bravi attori e hai dedicato lo stesso tempo ai tuoi allievi, sempre intenzionati a rubarti tutti i segreti del mestiere…

Proprio per questo quel giorno non può essere dimenticato….quando hai deciso di chiudere gli occhi e di coprirti con quella indimenticabile coperta di freddo legno che ti ha per sempre avvolto il viso…. Proprio per questo quel giorno non può essere dimenticato ….dove erano le persone, dove erano i famosi attori che a te devono la loro fortuna? eravamo veramente in pochi……

Te ne sei andata in silenzio senza fare rumore, come è tuo solito….. E’ stato il tuo ultimo Spettacolo, ci hai commossi senza chiedere applausi….perché quel giorno il Teatro era quasi vuoto. Adesso non sarà più così, sei destinata ogni anno ad essere disturbata, ad essere nominata e ad essere chiamata sul palcoscenico perché sarai protagonista di uno Spettacolo in scena per sempre, in un Teatro mai più vuoto….Ogni anno sarà un lungo applauso a chiamarti fuori dalle quinte e qualcuno, ogni anno, porterà una parte di te dentro la propria casa o dentro il proprio ufficio: per non dimenticare, per non smettere di sognare.

 

Ciao Sofia.

Sofia Amendolea si diploma nel 1972 presso l’Accademia D’Arte Drammatica Silvio D’ Amico e fonda con Giancarlo Sepe il teatro “La Comunità”.

Tra i tanti spettacoli con la regia di Giancarlo Sepe ricordiamo: “Zio Vanja”, “Accademia Ackermann”, “Macbeth”. Ma anche “La casa di Bernarda Alba”, “In Albis”, “Iliade”, “Hermann”.

Per il cinema nel ruolo da protagonista in “La Pelle” ed “Oltre la porta” con Marcello Mastroianni ed Eleonora Giorgi, regia di Liliana Cavani ed al fianco di Mickey Rourke in “Francesco”. Inoltre, “Io ho paura” regia di Damiano Damiani. “Una Mattina Come Le Altre” regia di Francesco Barilli. “Salvate Mio Figlio” regia di Roberto Malenotti. “Suor Omicidi” regia di Giulio Berruti. “Aquero” regia di Elisabetta Valgiusti e “Favoriti e Vincenti” regia di Salvatore Maria.

Tra i riconoscimenti speciali ricordiamo quello avuto a Saint Vincent ed a Parigi per la regia del musical “Una Bustina di Cachet”. Insegnante di recitazione nelle maggiori Scuole ed Accademie di Teatro Italiane, ma soprattutto insegnante di vita.

PREMIO SPECIALE SOFIA AMENDOLEA

Il PREMIO SOFIA AMENDOLEA  viene assegnato da parte degli allievi della scuola di teatro “ACCADEMIA TEATRALE DI ROMA Sofia Amendolea“. Quest’ultima unica accademia  internazionale di teatro a portare i propri allievi in scena presso i più prestigiosi festival internazionali di teatro per scuole di recitazione. Il Premio viene assegnato ai migliori attori stranieri che si siano distinti per la qualità della propria recitazione teatrale, recitazione cinematografica o corporea, nonché per la grinta e l’energia portate in teatro a Roma, sul palcoscenico internazionale del RTF.

Il premio Sofia Amendolea consiste in un’ Opera d’Arte Unica realizzata dall’artista TOMMASO GARAVINI.

Durante il corso degli anni Tommaso Garavini ha realizzato il premio Sofia Amendolea con opere uniche dallo stile e materiali in grado di incarnare il significato e il sentimento che il Roma Teatro Festival voleva donare assegnando il premio dedicato all’Attrice.

Tommaso Garavini oltre a realizzare il Premio Speiale Sofia Amendolea, e‘ ideatore, per il ROMATEATRO Festival, del Premio Gemini D’Oro. Attualmente il premio Sofia Amendolea viene realizzato come il Gemini D’oro in versione argento su fondo nero.

Albo d’oro

Premio Sofia Amendolea

Elenco degli attori Allievi che hanno ricevuto nel corso del festival il Premio Sofia Amendolea

Premio Sofia Amendolea 2003

fusione in bronzo su acciaio

Premio Sofia Amendolea 2003 fusione in bronzo su acciaio

Premio Sofia Amendolea 2005

resina e marmo su legno

Premio Sofia Amendolea 2005 resina e marmo su legno

Premio Sofia Amendolea 2012

scultura

Premio Sofia Amendolea 2012

Premio Sofia Amendolea 2014

fusione

premio sofia amendolea 2014

TOMMASO GARAVINI

Scenografo di professione, dedito da sempre alla pittura, alla scultura, all’ illustrazione ed al design, campi in cui esercita attivamente in Italia ed all’estero. Orientato verso una ricerca approfondita incentrata sulla ‘tensione’: la trasposizione di sentimenti, sensazioni, emozioni, in anatomie talvolta contorte e sgraziate, talvolta angeliche e delicate: ‘Splendidi orrori ed orribili splendori’.

Recentemente ha fondato la Sindrome del Topo, un gruppo di artisti dedito alla progettazione e alla costruzione di complesse strutture ludiche per l’infanzia, all’ideazione di scenografie, alla grafica, alla musica e alla videoarte.

Con la Sindrome del Topo in Francia progetta una giostra per bambini dal nome “Il Ragno – la giostra meravigliosa”, e in Bosnia Herzegovina presso il Mostar Intercultural Festival idea e realizza un labirinto interattivo all’aperto. Ha pubblicato illustrazioni su libri e riviste ed esposto diverse volte i suoi quadri e sculture in italia ed all’estero. Attualmente è progettista di design eco-sostenibile.